Normandia - Parigi - Belgio

9 giorni - 3.500 km

L’incantesimo quotidiano di Mont-Saint-Michel e la magia senza tempo del racconto intessuto nell’arazzo della Regina Matilde, a Bayeux. Rivivere l’affascinante atmosfera di esclusive località di vacanza, ormai abbandonate, e assaporare l’emozione di attraversare una tra le più grandi opere d’architettura d’Europa, il Ponte di Normandia. E, da Saint-Lo fino a Le Havre, le spiagge insanguinate, i cimiteri e i paesi, devastati e oggi ricostruiti, che videro la grande battaglia per la liberazione della Francia e del Continente.
Sospeso tra storia e modernità, tradizione e innovazione, l’itinerario che tocca i più importanti centri della Francia nord-occidentale si snoda in realtà anche attraverso la Svizzera, il Belgio e l’Alsazia, con sosta a Parigi. Il fascino medievale di Strasburgo, i pizzi e i canali di Bruges, un paio di meritati brindisi con corpose birre trappiste e la visione sempre ammaliante della Ville Lùmiere segnano un tragitto fatto, prima ancora che di strade e chilometri, di un’immersione completa nell’anima stessa, profonda e variegata dell’Europa.