Capo Nord - Fiordi norvegesi

23 giorni - 7.400 km

Only the brave: un run solo per i più forti, i più resistenti e avventurosi, verso l’estremo Nord, i luoghi di più selvaggia bellezza d’Europa. Non inganni la dolcezza del primo tratto, lungo la Romantische Strasse, per raggiungere i porti tedeschi: da qui, escluse le soste nelle capitali – la raffinata Oslo e la “piccola Pietroburgo” Helsinki – Norvegia e Finlandia non celano nulla al rider del loro gelido splendore, di un ambiente ancora oggi ostile e per questo in larga parte spopolato, condizione che ha preservato molto della sua natura potente.
Tra fiordi profondi, cui fanno da confine e contraltare monti a picco, porti pescherecci consacrati all’aringa e al merluzzo, centri di taglialegna e le desolate isole Lofoten, corriamo verso il Sole d Mezzanotte. Fiancheggiamo lo stesso orizzonte che, molti secoli prima di Colombo, vide salpare le navi lunghe di Erik il Rosso e Leif Eriksson, verso la Groenlandia e le lontanissime coste d’America. Doppiato il Capo, c’inoltriamo nella bianca pianura finnica costellata di laghi, da Rovaniemi, casa di Babbo Natale, fino alla enigmatica fortezza di Savonlinna. Poi, lasciandoci alle spalle l’aurora boreale, viriamo definitivamente a sud, salpando per Rostock e quindi… a casa.